News

Nuova Sabatini: si va verso il rifinanziamento dell'agevolazione beni strumentali

Pubblicato il 17/06/2021

FASI.BIZ - 17 Giugno 2021
Fra gli emendamenti al Sostegni bis spunta il rifinanziamento della Nuova Sabatini, una delle agevolazioni più apprezzate dalle imprese italiane, il cui sportello si è chiuso il 2 giugno.
Risorse esaurite per la Nuova Sabatini
In base a quanto riportato da Il Sole 24 Ore, nelle riunioni al Ministero dello Sviluppo economico è stato ipotizzato un rifinanziamento da 680 milioni per la misura. Un’iniezione di risorse necessaria a riaprire lo sportello delle assegnazioni chiuso il 2 giugno scorso e che potrebbe concretizzarsi tramite un emendamento al decreto Sostegni bis. 
La Nuova Sabatini, lo ricordiamo, sostiene gli investimenti delle micro, piccole e medie imprese per l’acquisto, o acquisizione in leasing, di beni strumentali materiali (macchinari, impianti, beni strumentali d’impresa, attrezzature nuovi di fabbrica e hardware) o immateriali (software e tecnologie digitali) ad uso produttivo. In particolare, a fronte della concessione di un finanziamento ordinario (bancario o in leasing) per la realizzazione di un programma di investimento, il Ministero dello sviluppo economico concede un contributo in conto impianti parametrato agli interessi previsti dal finanziamento.
Già nei giorni scorsi il Governo, rispondendo all’interrogazione parlamentare di Luca Sut, capogruppo M5s nella commissione Attività produttive, aveva rassicurato i parlamentari circa il rifinanziamento della misura.
Non potrebbe essere altrimenti, considerato il successo riscontrato dalla Nuova Sabatini tra le imprese: in base al report elaborato dal MISE il 1° giugno (il giorno in cui è stata deliberata la chiusura dello sportello), a maggio 2021 le domande di accesso alle agevolazioni erano 130.750.
La misura piace particolarmente alle micro e alle piccole imprese, che fanno più fatica ad accedere al credito: a maggio 2021, infatti, 55.619 domande venivano da piccole imprese, 52.910 da micro e 22.221 da aziende di medie dimensioni. 
 

Share:

Torna Indietro

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter