01 Ottobre 2022
News
percorso: Home > News > News

Codice della crisi: rinviato a maggio 2022. L' Allerta slitta al 2024

06-08-2021 12:39 - News

Approvato il nuovo decreto che rinvia al 16 maggio 2022 l'entrata in vigore del codice della crisi d'impresa e altre misure urgenti per il risanamento aziendale: allegato il testo



Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in data 5 agosto, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro della giustizia Marta Cartabia, ha approvato un decreto-legge che introduce:
  • misure urgenti in materia di crisi d'impresa e di risanamento aziendale;
  • misure urgenti in materia di giustizia.
Come specificato dal comunicato stampa pubblicato sul sito del Governo, a fronte dell'aumento delle imprese in difficoltà o insolventi e della necessità di fornire nuovi ed efficaci strumenti per prevenire e affrontare situazioni di crisi, si prevedono quattro ordini di intervento:
  1. si stabilisce il rinvio al 16 maggio 2022 dell'entrata in vigore del codice della crisi d'impresa, per adeguarne gli istituti alla direttiva 2019/1023;
  2. si introduce l'istituto della “composizione negoziata della crisi”, che rappresenta un nuovo strumento di ausilio alle imprese in difficoltà finalizzato al loro risanamento. Si tratta di un percorso di composizione esclusivamente volontario e caratterizzato da assoluta riservatezza. Si accede tramite una piattaforma telematica. All'imprenditore si affianca un esperto, terzo e indipendente e munito di specifiche competenze, al quale è affidato il compito di agevolare le trattative con i creditori necessarie per il risanamento dell'impresa;
  3. si modifica la legge fallimentare, con l'anticipazione di alcuni strumenti di composizione negoziale già previsti dal codice della crisi;
  4. si stabilisce il rinvio al 31 dicembre 2023 del Titolo II sulle misure di allerta, per sperimentare l'efficacia della composizione negoziata e rivedere i meccanismi di allerta contenuti nel codice della crisi d'impresa
Come si evince dalla bozza di DL del quale si attende la pubblicazione le imprese saranno affidate ad un professionista esperto capace di aiutarle per il risanamento. La composizione agevolata dovrebbe essere operativa da novembre 2021.
Inoltre, sarà centrale il ruolo delle Camere di Commercio, presso le quali sarà istituita una piattaforma con parametri di allerta utili ad aiutare l'imprenditore a valutare il grado di difficoltà in corso evitando il dissesto, e sarà centrale il ruolo dei professionisti, quali dottori commercialisti, avvocati e consulenti del lavoro, dei quali si terrà un elenco da cui attingere per seguire le imprese in difficoltà.
Nell'elenco, tenuto dalla CCII, potranno essere inserite anche figure manageriali con esperienza di ristrutturazione non iscritte ad Albi.

Fonte: Fisco e Tasse
Documenti allegati

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account
cookie